Film e Fiction

Netflix-#Disney:Hollywood a caccia di streaming

Disney ha deciso: dal 2019 niente più film a  Netflix. Il servizio di streaming a pagamento, per tutta risposta, toglie alla Abc, il network televisivo della Disney, un autore e produttore di successo come Shonda Rimes, ovvero Grey’s Anatomy e Scandal, tra gli altri.

Disney ha deciso di distribuire con una propria piattaforma i suoi film anche in streaming via Internet. Una forma di consumo sempre più centrale e diffuso, a partire dai millenials e non solo. La decisione, come chiarisce Netflix, vale solo per gli Stati Uniti, almeno per ora, e solo per i film cinematografici.

I big di Hollywood, in ogni caso, non vogliono lasciare i propri prodotti nelle mani di Netflix e Amazon i quali, oltretutto, sono ormai diventati dei veri e propri produttori di audiovisivi e quindi dei concorrenti delle majors hollywoodiane. Come dimostra il caso di Shonda Rimes e della sua società Shondaland.

I grandi giochi si fanno oltreoceano, mentre qui in Europa ci crogioliamo tra Festival (ora “tutti a Venezia”, senza capire e riflettere sulla cesura ormai consolidata tra il mondo del cinema con la maggioranza della gente), premi e nozze.

Amazon, intanto, invece di fare feste e premiazioni, ha inviato una tessera per accedere al proprio servizio di streaming televisivo a tutti quelli che hanno scelto il servizio Amazon Prime per acquistare prodotti. Il materiale e l’immateriale si sostengono a vicenda, ma il prodotto italiano rischia restare marginale e sottofinanziato.

E restiamo a guardare lo “scontro” tra Hollywood e Netflix, se così si può chiamare.